Il letto, come si dormiva in età moderna?

Jan Steen – Donna che fa toeletta – 1663

Inauguriamo oggi una serie di post dedicati alla stanza più importante della casa, almeno per me che sono dormigliona… Dove si dormiva nell’età moderna? Quali erano le comodità?

Il freddo difficile da combattere in case piene di spifferi fa sì che il caminetto e il letto siano i due poli di tutta la distribuzione. Il letto in particolare è uno dei mobili più costosi di tutta la casa e di solito è posto in posizione centrale. Di norma è dotato di cortine che da un lato proteggono dal freddo, dall’altro lo rendono più intimo anche se posto in una stanza comune.

Abraham Bosse – Il tatto – 1638


Dal ‘400 nasce la moda dei letti a cassone, dove il materasso era incassato nel mobile e su tre lati c’erano sedili che fungevano anche da cassapanche e comodino.
Nel ‘600 e ‘700 i letti con tendaggi erano il 72,5% del totale; talvolta invece i letti erano posti in nicchie ricavate nel muro e chiuse da ante. Se all’inizio i tendaggi scorrevano su aste di legno o metallo attaccate al soffitto, ora nascono letti a padiglione o a baldacchino che fanno sì che le tende cadano radenti al perimetro del letto in modo da essere manovrate senza alzarsi.

Jan Steen – La visita del medico

Vi era poi una dotazione di materassi e copriletti: i materassi innanzitutto erano più d’uno (di solito 3 o 4… o come nella fiaba della principessa sul pisello, ben 7), imbottiti di piume di bassa qualità o di bioccoli di lana; poi vi era la coltrice, imbottita di piume più pregiate, che si poneva sopra il materasso. Le lenzuola erano di solito di lino. Sopra vi era la coltre, che era una trapunta imbottita, e coperte di lana. Infine completava la dotazione copriletto, capezzali, larghi quanto il letto stesso, e cuscini imbottiti con piumino soffice.

Pieter de Hooch – Donna e bambino con balia

In quest’ultima immagine è possibile vedere un letto di dimensioni inferiori al solito: io suppongo fosse il letto del bambino più grande…

Tutti i post dedicati al letto.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...